Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Torino



Accesso
aree riservate

Formazione

Registro Praticanti
Scuola “Piero Piccatti
e Aldo Milanese”
Testi Esami di Stato


Fondo solidarietà Colleghi

La situazione di criticità che stiamo vivendo ha portato il Consiglio dell’Ordine a ragionare sull’entità delle quote di iscrizione all’Ordine.
 
Come noto, ormai da tempo ammontano annualmente: per gli Iscritti nell’Albo a 500,00 euro – ridotti a 230,00 euro per i primi cinque anni di iscrizione; per gli Iscritti nell’Elenco Speciale a 350,00 euro. Tali importi sono comprensivi della quota di spettanza del CNDCEC (pari a 130,00 euro per gli over 35 anni di età ed a 65,00 euro per gli under 35 anni di età).
 
Tenendo conto dei costi che sostiene la nostra struttura, della rilevanza della contribuzione che dobbiamo continuare a girocontare al nostro Consiglio Nazionale e considerato che un’eventuale riduzione significativa della quota - per esempio del 20% per tutti - determinerebbe effetti insostenibili sul nostro bilancio, abbiamo preferito continuare ad assicurare un adeguato livello di servizio agli Iscritti  e deliberato, a maggioranza, di non proporre riduzioni per il 2020 della quota determinata al momento dell’approvazione del bilancio preventivo.
 
Questo anche in considerazione e nel rispetto dei molti che, ad oggi, hanno già onorato il proprio impegno.
 
In luogo di una riduzione a pioggia, che avrebbe potuto avere un connotato bonario e demagogico, abbiamo ritenuto, dunque, nell’ambito delle attribuzioni del Consiglio, di assumere un provvedimento che pensiamo essere a beneficio e sostegno di quei Colleghi che stiano vivendo situazioni di difficoltà, per esprimere loro maggiore vicinanza, impiegando i fondi, nel passato all’uopo accantonati ed al momento utilizzati in misura limitata, per coprire eventuali effettive criticità, con una modalità più mirata e in forma ben più rilevante nel quantum rispetto ad uno “sconto” della quota.
 
Con spirito di vera e concreta vicinanza dell’Ordine, Vi invitiamo quindi a volerci evidenziare, senza esitazione e imbarazzo alcuno, tali difficoltà al fine di poter intervenire in Vostro favore, assicurando ovviamente totale riservatezza.
 
Cogliamo l’occasione per ringraziare quanti, in numero rilevante, ancor più in questi giorni, hanno voluto manifestare tangibilmente la loro soddisfazione per il supporto che abbiamo cercato di assicurarvi in occasione dell’emergenza corona virus, nonché quanti hanno messo a disposizione della nostra comunità le loro conoscenze, i loro rapporti e, soprattutto, il loro tempo nella predisposizione di elaborati e strumenti di uso comune, che ci hanno fatto sentire ancora più uniti,  mettendo in evidenza come la Colleganza sia il valore portante del Modello Torino, che continuiamo con pervicacia a coltivare.
 
Siamo come sempre a Vostra disposizione per quanto fosse utile o necessario.
 
Un caro saluto.
 
                Luca Asvisio                       Rosanna Chiesa